Opg, un altro anno di proroga

0
85

Un altro anno di proroga per gli ospedali psichiatrici giudiziari; rimarranno aperti fino al 31 marzo 2015, in attesa che le regioni completino la «realizzazione e riconversione di strutture destinate all’accoglienza» degli internati. E non ci saranno più detenzioni a tempo indeterminato: la permanenza avrà una durata massima non superabile, e pari al massimo della pena prevista per il reato commesso. A dare il via libera alla proroga il Senato, approvando con 171 voti favorevoli, un contrario e 32 astenuti il decreto sulle disposizioni urgenti in materia di superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari, che passa in seconda lettura a Montecitorio. Cinque, su sei sedi presenti sul territorio nazionale, sono interessate a questo provvedimento: Reggio Emilia, Montelupo Fiorentino (Firenze), Aversa (Caserta), Napoli e infine Barcellona. In tutto in questi opg si trovano 866 ricoverati, mentre quella di Castiglione delle Stiviere (Mantova), la cui gestione è curata dalla giunta della Lombardia, non rientra nello stanziamento di 5,84 milioni previsto dal provvedimento. A Barcellona, nello specifico sono ricoverati circa 210 internati, mentre altri 70 sono in licenza finale presso comunità o parenti, in attesa di essere rimessi completamente in libertà. Nella città del Longano, al posto dell’opg, dovrebbe sorgere un polo di osservazione psichiatrica e anche una casa di reclusione.