Torrenova, nove indagati per i contributi sportivi

0
114

Sono nove i consiglieri comunali in carica nel 2009 che risultano indagati dalla procura di Patti nell’ambito di una indagine sulle delibere relative alla concessione dei contributi alla Polisportiva Torrenovese ed alla Nuova Pro Loco.
Provvedimenti adottati alla maggioranza consiliare che all’epoca era contrapposta al sindaco Benedetto Russo il quale presentò un esposto che adesso ha portato all’avviso di chiusura indagini.
Rischiano il rinvio a giudizio l’attuale sindaco Salvatore Castrovinci ed i consiglieri del tempo Salvatore Civello, Andrea Letizia, Basilio Carlo, Alfonso Inga, Salvatore Marino, Tindaro Ioppolo, Mario Agnello e Gabriella Sgrò.
Al centro dell’inchiesta c’è lo schema di convenzione per la gestione in comodato gratuito di due campi di calcetto alla Polisportiva Torrenovese e la previsione di un contributo economico alla stessa società (di cui Castrovinci non fa più parte dal 1998).
Inoltre la Procura ipotizza un analogo ingiusto vantaggio economico per la Pro Loco per la quale vennero stanziati 4.000 euro per il 2009 e 10.000 euro per il biennio successivo.
Adesso gli indagati hanno a disposizione 60 giorni per presentare memorie difensive o controdeduzioni e poi la procura deciderà se chiedere il rinvio a giudizio. Nel frattempo il sindaco Salvatore Castrovinci ha diramato una nota con la quale afferma di aver appreso della vicenda che coinvolge il gruppo  “Torrenova nel cuore” in merito a fatti riferiti al 2009. “Premettendo grande fiducia nel lavoro della Magistratura- scrive il primo cittadino anche a nome del suo gruppo consiliare- vogliamo chiarire che le suddette convenzioni non sono mai state sottoscritte e quindi non sono state mai operative inoltre ci preme sottolineare che mai neppure un euro di contributo e’ stato erogato alle associazioni in questione sulla base di queste convenzioni”.