Sant’Agata, il mal di pancia del Pd

0
27

La nomina del Vicesindaco del comune di Sant’Agata Militello ribalta, anche se per poche ore, la geografia politica all’interno del consiglio comunale. Infatti, il Partito democratico, per la prima volta dall’insediamento dell’Amministrazione Sottile, bacchetta il sindaco sulla distribuzione delle deleghe assessoriali e sulla scelta di aver nominato Nino Testa vicesindaco. “Il Pd-si legge in un comunicato-non può non sottolineare il proprio imbarazzo e disappunto di fronte a decisioni che di fatto mortificano il primo Partito dell’ultima competizione elettorale., “In tali decisioni – scrive ancora il locale circolo democratico – non si trova    alcuna logica per il miglioramento ed il rilancio dell’azione amministrativa né tantomeno alcuna considerazione dell’impegno profuso dal PD nell’avere concepito e consentito la nascita di un progetto di rinnovamento, moralizzazione e partecipazione, offerto alla città e dai cittadini votato con grande fiducia”. “Le decisioni del Sindaco- incalza il Pd- non sono frutto di alcuna concertazione e partecipazione delle varie forze politiche vicine all’amministrazione. Pur non condividendo alcune delle scelte del Sindaco- prosegue la note- le accettiamo, nel rispetto del patto di coalizione e nell’interesse della cittadinanza, limitandoci a prendere atto della posizione marginale che viene riservata al Partito Democratico, che allo stato non si sente sufficientemente coinvolto nel progetto Sottile”. Se da una parte la nomina del vicesindaco e la ridistribuzione delle cariche assessoriali hanno deluso le aspettative del Pd, ecco che invece ricevono il plauso del Presidente del Consiglio comunale Antonio Scurria che sul suo profilo Facebook scrive: “Il Sindaco, anche se con dieci mesi di ritardo, si è reso conto del totale fallimento ed immobilismo in tema di manutenzione dei servizi a rete ed ha preso provvedimenti sacrosanti se pur tardivi”. Scurria, in particolare, approva la decisioni presa da Sottile di revocare alcune deleghe all’assessore Giuseppe Puleo ed affidarle al neo vicesindaco Testa.