Tares, presentate le firme raccolte da Paese Parallelo

54

E’ stata presentata in Municipio la petizione popolare che l’associazione Paese Parallelo, ha promosso nelle scorse settimane contro il “caro rifiuti”.
Al sindaco, è stato consegnato il primo blocco di firme raccolte contro il “caro monnezza” e per l’abbattimento dei costi di gestione.
“La petizione- spiega l’associazione in una nota- esprime una nuova partecipata mobilitazione popolare, che proseguirà on line e, nei prossimi giorni, anche nelle contrade e nelle frazioni orlandine, a sostegno dei “conti giusti”, della raccolta differenziata e del risparmio sui costi di gestione del servizio, con l’obiettivo di continuare a promuovere le buone pratiche della riduzione dei rifiuti (raccolta differenziata, riciclo e riuso, attenzione allo spreco di cibo), di garantire la massima concorrenza tra gli operatori del settore e di eliminare gli affidamenti diretti, utilizzando solamente la gara d’appalto, anche nelle more della piena operatività dell’ARO di riferimento”.