Domani il Rally Costa Saracena

0
244

Il “1° Rally Costa Saracena” accende i motori, dopo le ricognizioni autorizzate svolte dai cinquantasei equipaggi iscritti nella giornata odierna, sabato 15 marzo sono in programma le verifiche tecniche e sportive a Gliaca di Piraino, mentre alle 19.00 nella Piazza Santa Maria di Sant’Angelo di Brolo la Cerimonia di partenza, della gara. Domenica 16 marzo dopo nove prove speciali sulle leggendarie strade dei Nebrodi, alle 18.00 il traguardo nel centro di Gioiosa Marea. Grande successo ha riscosso l’iniziativa “I Campioni e le Regole”, l’incontro in cui il driver F.1 Andrea Montermini, Campione International GT Open in carica, ha parlato di sicurezza stradale agli studenti del territorio. Montermini sarà ospite d’onore al “1° Rally Torri Saracene”.

All’incontro “I Campioni e le Regole” oltre Montermini sono intervenuti gli Amministratori dei comuni interessati dal Rally a testimonianza del valore di promozione dei principi di sicurezza e rispetto delle regole legati allo sport. A fare gli onori di casa Eduardo Spinella, primo cittadino di Gioiosa Marea e primo sostenitore dell’iniziativa che per il secondo anno si è tenuta nella cittadina tirrenica. Un intervento articolato sull’argomento hanno tenuto il Comandante della Polizia Municipale di Gioiosa Marea e Piraino dott. Antonino Scaffidi ed il collega di Patti dott. Castrenze Gangi. Straordinario seguito ha riscosso Montermini che ha parlato alla giovane platea degli elementi di sicurezza comuni alle prestazioni estreme in pista ed alla guida sulle strade pubbliche, sottolineando il comune denominatore nel rigido rispetto delle regole.

Sabato 14 marzo dalle 9.30 alle 12.30 per i cinquantasei equipaggi iscritti a Gliaca di Piraino si svolgeranno le operazioni di verifica tecniche e sportive, le prime presso il palatenda e le seconde dirimpetto, presso il Centro “Don Pino Puglisi”. Cresce l’attesa per le sfide annunciate e la rincorsa alla vetta della classifica assoluta ma anche a quelle di gruppo e classe. Rientro in gara per Ninni Oieni, idolo di casa su Peugeot 207 Super 2000, su cui sarà navigato da Giovanni Lo Neri. Vettura a trazione integrale e motore aspirato per il catanese portacolori della Sunbeam Motorsport Andrea Currenti, ma sotto i riflettori per l’assalto al vertice di classifica anche il messinese detentore della Coppa siciliana S1600 2013 Salvatore Armaleo, sulla Renault Clio Super 1600 e Giuseppe Alioto su Fiat Punto per i colori della Messina Racing Team. Il fascino delle strade nebroidee ha indotto al rientro nelle corse anche i pattesi della New Turbomark Pino Barbitta e Seby Rottino su Mitsubihi Lancer, altra vettura giapponese dei tre diamanti in versione EVO X 4×4 turbo per il messinese della T. M. Racing Angelo Di Dio. Alfiere della scuderia organizzatrice e pilota di casa Francesco Lembo Luscari su Renault Clio Super 1600. Ma a mirare alle parti alte della classifica saranno certamente anche le Renault New Clio di classe R3, come quella del locale Pietro Molica, Giuseppe Messina ed il ragusano della Erregì Motorsport Giuseppe Leggio. In gruppo A, tra gli altri, riflettori puntati sulla Renault Clio del sampietrino della S.G.B. Rally Giuseppe Schepisi, mentre tra le due ruote motrici del gruppo N il messinese Angelo Bruno vorrà affermare il primato siciliano 2013 di categoria con la Peugeot 206 RC, ma sul suo cammino troverà, tra gli altri le Renault Clio di Maurizio Rizzo ed Antonino Davide Ardiri, oltre a Giovanni Catania e Giovanni Lo Schiavo all’esordio in categoria. Molto combattuta si preannuncia anche la classe 1600 del gruppo A dove svetta il nome del trapanese fabio Bologna che sulla Peugeot 106 kit sarà navigato dall’esperto messinese Antonio Pittella, ma tra i diretti rivali ci sono gli esperti locali Giuseppe Gullo, Salvatore Capizzi, Ivan Vercelli.

In classe A6 non ha voluto mancare Antonino Piccione, papà di Giovanna, la giovane navigatrice e grande amica dei rally, prematuramente scomparsa lo scorso anno, alla quale è stato dedicato un Memorial che andrà all’equipaggio autore del miglior tempo dell’affollata classe del gruppo A, sui tre passaggi della prova “Sant’Angelo”. Mentre all’equipaggio che realizzerà il miglior tempo sulla prova “Piraino”, andrà il Memorial Ignazio Natoli, compianto pilota ed anche assessore proprio del comune di Piraino, scomparso per un incidente sul lavoro.

“Sant’Angelo”, “Piraino” e “Gioiosa” costituiscono le tre prove speciali del rally che saranno percorse tre volte dai concorrenti in gara.