Capo d’Orlando, scarico all’arancia

0
43

E’ previsto già per le prossime ore l’incontro tra il vice sindaco di Capo d’Orlando, Aldo Leggio e il titolare dell’impresa di lavorazione agrumaria per risolvere il problema dello scarico di acque di lavorazione nella condotta comunale in caso di sovraccarico.
Una circostanza che è ripetuta ieri a causa della mancanza di un bypass che ha provocato l’esondazione del liquido della produzione di arance dal pozzo dell’azienda alla condotta fognaria.
Si tratta, affermano comunque i tecnici comunali, di acque già depurate attraverso l’impianto della fabbrica, priva di elementi inquinanti.
In ogni caso, però, servono rimedi per evitate un appesantimento della rete fognaria cittadina che proprio ieri è andata in tilt provocando lo scarico.
A farla saltare, una lunga interruzione imposta dall’Enel per lavori. Così, a ridosso del depuratore di Tavola Grande è avvenuto lo sversamento in mare, in larga parte composto dal succo d’arancia.