Lombardo condannato a 6 anni e 8 mesi

0
30

L’ex presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, è stato condannato a sei anni ed otto mesi di reclusione, interdizione perpetua dai pubblici uffici e un anno di libertà vigilata, per concorso esterno in associazione mafiosa. La sentenza del tribunale di Catania è giunta al termine del rito abbreviato che vedeva Lombardo imputato per la vicenda legata al centro commerciale Icom del gruppo Auchan. Lombardo, su sollecitazione di alcuni imprenditori, si sarebbe interessato per evitare che si bloccassero i lavori. Per l’ex presidente  il suo contributo non avrebbe favorito in alcun modo la mafia, ma gli inquirenti accertarono che ad eseguire i lavori di movimento terra e a fornire il cemento per la realizzazione del centro commerciale era il mafioso Vincenzo Basilotta, suocero di Gaetano Anastasi, dirigente del Mpa di Castel di Judica.  Secondo l’accusa, che ha allegato, tra gli altri documenti dell’inchiesta, l’intercettazione di un incontro nello studio dell’editore  Mario Ciancio, i proventi delle estorsioni del centro commerciale in questione sarebbero stati destinati al finanziamento della campagna elettorale di Lombardo, che per questo avrebbe  favorito gli esponenti vicini al clan dei Santapaola.  I legale dell’ex presidente presenteranno ricorso in appello.