Parco Commerciale, 15 a giudizio

0
38

Sono 15 le persone coinvolte nell’inchiesta per abuso d’ufficio sul parco commerciale di contrada Siena di Barcellona. Il Gip del Tribunale di Barcellona, Anna Adamo, ha firmato i rinvii a giudizio per un processo che si aprirà il 2 maggio prossimo. Sotto i riflettori le procedure amministrative finalizzate all’approvazione del parco. Le richieste sono state presentate dal pm, Francesco Massara per Rosario Pio Cattafi, che viene ritenuto l’ispiratore di questo megaprogetto e della società immobiliare Dibeca sas, l’amministratrice della società, Ferdinanda Corica, poi Maria Idea e Alessandro Cattafi, di seguito l’ingegnere, Orazio Mazzeo, dirigente comunale e rup del procedimento, i progettisti del piano particolareggiato, Mario e Santino Nastasi, i professionisti, Giuseppe Gangemi e Giovanni Cattafi, il geometra, Filippo Leopatri e infine i cinque componenti della commissione edilizia che, nel 2008, esaminarono il piano del parco: Giovanni Milone, Santi Sottile, Sergio Valenti, Antonio Raimondo e Franco Barbera. Il consiglio comunale, il 16 novembre 2009, approvò a maggioranza, con un solo voto contrario, la delibera del parco commerciale. Per la procura il piano era affetto da vizi di legittimità. E nell’attesa della celebrazione del processo riprende nuovamente vigore la richiesta avanzata alcuni giorni fa da rappresentanti della chiesa barcellonese, movimenti, circoli e associazioni; è stata inviata al consiglio comunale di Barcellona, perchè, com’è scritto nel loro documento, compia un gesto di responsabilità nell’interesse collettivo e revochi in autotutela la delibera n. 56 del 2009 relativa al piano particolareggiato del il parco commerciale di contrada Siena.

di Massimo Natoli