Caso Provvy, la telefonata dei Carabinieri – Video

0
89

La trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha visto” è tornata a parlare ieri sera della morte di Provvidenza Grassi, la ragazza messinese scomparsa tra la notte del 9 e 10 Luglio, il cui corpo è stato trovato nei pressi del cavalcavia Bordonaro a Messina il 23 gennaio scorso. Troppi ancora i dubbi e gli interrogativi sulla morte della giovane commessa. Gli inquirenti, ufficialmente propendono per l’ipotesi di un incidente stradale ma sono tanti i dettagli che non aiutano a fare chiarezza sulla vicenda, dai jeans che Provvy ha indossato alla cena di quella notte a Rometta in compagnia del fidanzato e poi trovati nell’appartamento della ragazza, al guard rail danneggiato della tangenziale rimasto per mesi li senza che nessuno si accorgesse di nulla, la macchina trovata troppo pulita per essere stata incastrata per tutti questi mesi tra la fitta vegetazione in balia delle intemperie. Ad infittire, se possibile ancor di più il mistero, il posto del ritrovamento del corpo di Provvy, accanto ad una cabina dell’Enel in una zona urbanizzata, abitata e collegata anche da una stradina di accesso che passa proprio sotto il cavalcavia di Bordonaro. Sempre nella trasmissione di eri sera, hanno destato scalpore e indignazione le parole due carabinieri catturate in una registrazione che senza mezzi termini insultavano Provvidenza e il padre.  Parole in libertà da parte di due rappresentanti dell’Arma che hanno indignato l’opinione pubblica e che non possono passare sotto silenzio. Sotto il video della trasmissione Rai “Chi l’ha visto?”

Video “Chi l ‘ha visto?” del 29 Gennaio 2014