Frana Statale, situazione preoccupante e tempi di riapertura lunghi – Video

0
35

Sembrava una semplice caduta di massi, come tante (purtroppo)  lungo il tratto di Statale 113 che collega Capo d’Orlando e Brolo.
Invece, la situazione è molto più grave e complicata del previsto con il rischio di un lunghissimo isolamento lungo una delle strade più importanti per il centro paladino, quella che collega con Ponte Naso (e quindi con decine di comuni dell’entroterra) con Brolo e soprattutto con lo svincolo autostradale.
Erano trascorse da poco le 20 di ieri quando improvvisamente alcune pietre si sono staccate dalla collina raggiungendo la sede stradale. Una ha anche colpito un’auto in transito senza provocare fortunatamente gravi danni.
L’Anas, insieme ai Carabinieri, è intervenuta tempestivamente e, a scopo precauzionale ha deciso di chiudere la strada in modo da procedere questa mattina ad un sopralluogo scongiurando pericoli agli automobilisti.


Una scelta che si è rivelata importantissima poiché stamattina è emersa la gravità della situazione.
Il sopralluogo eseguito dai tecnici sul costone ha infatti evidenziato profonde e preoccupanti fenditure provocate da un movimento franoso in corso che interessa almeno un centinaio di metri quadrati di collina.
Il pericolo è il terreno possa precipitare all’improvviso e per questo è stato deciso un nuovo controllo alla presenza di un geologo.
In attesa dei responsi di carattere tecnico la strada rimarrà interdetta al transito e tutto il traffico dirottato sulla A/20 attraverso lo svincolo di Rocca.
Poi l’Anas dovrà elaborare l’intervento che prevede il distacco della zona più compromessa e quindi il successivo consolidamento. Impossibile, al momento, azzardare previsioni sui tempi.