Sigma, al via l’era Calvani

0
35

Finisce con un sì il corteggiamento della Sigma Barcellona a Marco Calvani. Il tecnico che ha condotto la Virtus Roma alle finali scudetto ha scelto Barcellona Pozzo di Gotto e gli ambiziosi programmi del Presidente Immacolato Bonina. Le voci circa un possibile arrivo di Calvani nella città del Longano avevano cominciato a rincorrersi già nelle ore successive all’esonero di Giovanni Perdichizzi. Poi la società, complice anche la scelta del tecnico di attendere chiamate dalla massima serie, decise di affidare la panchina a Ugo Ducarello, promuovendolo al ruolo di capo allenatore. Dopo due vittorie e due sconfitte, decisiva quella di Ferentino, l’intensificarsi della corte a Marco Calvani con il quale i vertici societari giallorossi hanno avuto modo di confrontarsi anche domenica sera al “Pala Ponte Grande”. L’arrivo di Calvani vuole rappresentare una scossa a tutto l’ambiente e dimostra la ferrea volontà di Bonina di raggiungere gli obiettivi prefissati. L’accordo che riguarda anche la prossima stagione testimonia l’intenzione di voler continuare ad inseguire i sogni nel cassetto che il massimo dirigente della Sigma Barcellona non ha mai tenuto nascosti. L’arrivo di Calvani dopo la parentesi Ducarello ricalca le modalità dell’arrivo sulla panchina barcellonese di Giancarlo Sacco, giunto in riva al Longano dopo le dimissioni di Cesare Pancotto ed il periodo di transizione affidato a Stefano Vanoncini. Marco Calvani è al lavoro con lo staff tecnico che già conosce bene la squadra per preparare la delicata gara di domenica prossima contro la Centrale del Latte Brescia.