Gioiosa Marea, arresto per droga

0
204

Solo lo scorso settembre era stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti e coltivazione di marijuana. A tre mesi di distanza da quella vicenda, però, i Carabinieri lo hanno ancora sorpreso in possesso di droga a seguito di una nuova perquisizione domiciliare. Protagonista  Tindaro Marino, 40 anni di Gioiosa Marea finito nei guai nell’ambito di una attività d’indagine antidroga condotta dai militari della Stazione Carabinieri di Gioiosa Marea e della Stazione Carabinieri di Piraino.
L’attività preventiva condotta dai Carabinieri s’inserisce nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto della produzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio di competenza della Compagnia Carabinieri di Patti che, da alcuni mesi, hanno intensificato, i servizi di prevenzione dello spaccio.
Marino, già noto alle forze dell’ordine in quanto arrestato dai militari della Stazione Carabinieri di Gioiosa Marea a settembre di quest’anno per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti è stato sottoposto a perquisizione domiciliari dai Carabinieri che sospettavano ancora l’uomo.
Nel corso del controllo i militari hanno rinvenuto in un barattolo, nascosto in bagno, complessivamente  28 grammi di marijuana e circa 29 semi di cannabis indica.
L’arresto è stato convalidato e l’uomo trasferito ai domiciliari.
Tutto lo stupefacente è stato quindi sottoposto a sequestro e sarà inviato ai laboratori del Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri di Messina per le analisi quantitative e qualitative della sostanza.