Milazzo, ricorso contro la revoca del finanziamento

0
98

Il Comune di Milazzo ha presentato ricorso al Tar contro la Regione per la mancata erogazione del finanziamento già assegnato nell’ambito della programmazione del PO-FESR 2007-13 per la realizzazione del progetto di monitoraggio ambientale nell’area Tribò.  Nel ricorso, presentato dall’avvocato, Claudio Rugolo, si chiede di riassegnare la somma di 10 milioni di euro e il risarcimento danni. Il legale incaricato dall’Amministrazione, nel ricorso, ha evidenziato che il progetto ha seguito il suo iter, da definitivo a esecutivo, per un costo di 150 mila euro. Il Comune di Milazzo, poi, ha acquisito dalla Raffineria a titolo gratuito l’area e i fabbricati per effettuare l’intervento, per circa mq. 56.000, per un valore di quasi 400 mila euro, vincolati alla realizzazione di un sistema integrato per il monitoraggio e la riduzione del carico inquinante e finalizzati al miglioramento della qualità dell’aria in zona dichiarata ad elevato rischio ambientale. Se in quell’area non  verrà attuato il progetto, dovrà essere restituita alla Raffineria. Per questo progetto il comune presentò anche un ricorso straordinario al presidente della Regione. Il progetto, redatto dall’amministrazione comunale, fa parte del Pist “Milazzo – Ganimè – Eolie – Sistema urbano terra/mare”. Prima fu ammesso, poi fu dichiarato non più finanziabile. Si susseguirono deduzioni e controdeduzioni d a Palermo e da Milazzo, fin quando la Regione ha comunicato che quelle risorse non potranno essere concesse e dovranno essere ridotte. Da li il comune ha deciso di rivolgersi ad un legale ed è l’inizio dello scontro.