Truffe immobiliari scoperte alle Eolie

0
115

Avevano messo in piedi un vero e proprio business finalizzato all’appropriazione indebita di beni immobili, ruderi e terreni, situati nel territorio delle isole Eolie. Dopo tre anni d’indagini, però, la Guardia di Finanza della compagnia di  Milazzo ha sgominato un’associazione a delinquere che, avvalendosi della complicità di alcuni professionisti, era riusciti ad appropriarsi di numerosi beni immobili, appartenenti a cittadini eoliani emigrati in Australia negli anni 50-60, per motivi di lavoro. Questi, una volta fatto ritorno nelle Isole Eolie, non hanno più ritrovato le loro case ed i loro terreni. Le fiamme gialle, a conclusione dell’indagine coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Messina Maria Pellegrino, hanno individuato 10 persone appartenenti al sodalizio criminale. Questi, utilizzando illecitamente le procure loro conferite dagli stessi emigrati e approfittando illecitamente dell’istituto dell’usucapione o di altre procedure di successione false erano riusciti ad acquisire la proprietà dei immobili ubicati nell’isole di Filicudi, Alicudi e nell’isola di Salina. La seconda fase della truffa prevedeva, quindi, la cessione dei beni a acquirenti ignari e l’incasso dei proventi della compravendita. Un affare che aveva già permesso d’incassare ingenti importi e che avrebbe fruttato ulteriori consistenti somme, considerato il valore di mercato dei ruderi nelle Isole Eolie. La complessa attività investigativa e il sistema fraudolento messo in atto dagli indagati ha reso necessario che fosse disposta anche una rogatoria internazionale eseguita dalle competenti autorità australiane. Al termine dell’operazione, che si è sviluppata tra le province di Messina e Roma, sono state emesse due ordinanze di misure cautelari nei confronti di altrettante persone, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa. Sotto sequestro sono finiti, invece, 13 immobili ubicati nelle Isole Eolie. Le ordinanze sono state firmate dal Gip di Messina Maria Teresa Arena