Elettrodotto senza ostacoli

0
43

Elettrodotto Sorgente-Rizziconi, chiuso il caso davanti al Consiglio di Stato. Rigettando il ricorso dei comuni di Pace del Mela e San Filippo del Mela, ha confermato l’autorizzazione di Terna per la costruzione dell’elettrodotto a 380 kw. Una sentenza che farà salire la tensione tra i rappresentanti dei comitati cittadini ed associazioni ambientaliste che si oppongono a questo progetto. Per il consiglio di stato i motivi di appello sono infondati ed inammissibili. Non sono state considerate valide le osservazioni sulla violazione del principio di precauzione sul rispetto dei limiti dell’inquinamento elettromagnetico, c’è stato poi il coinvolgimento degli enti locali, con un protocollo d’intesa finalizzato a soluzioni condivise. Non dimenticando che in passato, quando ancora non vi era nulla di realizzato sul territorio, c’erano stati incontri con i cittadini e le amministrazioni comunali del tempo per valutare il progetto. Riguardo, poi, alla valutazione di impatto ambientale, secondo il consiglio di stato non era necessaria per la realizzazione dell’elettrodotto in cavi sottomarini o interrati. E’ stato ribadito, poi, che l’ufficio speciale per le aree a elevato rischio di crisi ambientale non ha competenza autonoma in materia di valutazione di impatto ambientale aggiuntiva rispetto a quella riconosciuta dall’assessorato regionale territorio e ambiente. Visti questi presupposti, nulla vieta a che i lavori non possano continuare e completare l’elettrodotto entro giugno 2015.