Barcellona, “liberato” il sito del Comune

0
20

E’ tornata già in mattinata alla normalità la situazione sul sito internet del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto. Dopo l’attacco che ha comportato un defacing della homepage, il sito istituzionale di Palazzo Longano è tornato nuovamente fruibile all’utenza. Pare che il portale sia stato oggetto di un attacco hacker in piena regola attraverso il quale pirati informatici hanno sostituito l’homepage con uno logo recante, in primo piano, un rapace nell’atto di afferrare una preda. Sulla sua testa un’altra figura, in forma stilizzata. Gli hacker avevano anche provveduto a lasciare in sottofondo una colonna sonora d’azione. L’attacco, come si evince dallo stesso logo, sarebbe stato messo a segno dallo Spy Group Cyber Technologies. Sotto allo stemma che dovrebbe indicare la denominazione del gruppo di pirati e che campeggiava a tutta pagina, una scritta: Hacked by Turk Kartah. Insomma, una sgradita sorpresa per quanti stamattina avevano provato ad accedere al portale istituzionale di Palazzo Longano, dove comunque ci si è adoperati per riportare il sito istituzionale del Comune alla normalità. In termine tecnico italianizzato, il portale pare sia stato defacciato. Questo tipo di azione prende infatti il nome dal termine inglese defacing che significa letteralmente sfregiare, deturpare, sfigurare. La pratica, ovviamente illegale in tutti i paesi del mondo se condotta da persone non autorizzate, rappresenta un vero e proprio atto vandalico informatico. Solitamente questo tipo di attacco viene effettuato dai pirati informatici sfruttando i bug presenti nel software di gestione del sito o nei sistemi operativi sottostanti.