Capo d’Orlando, transazione da 833 mila euro con la Tirreno Ambiente

0
43

Sarà una transazione a chiudere il contenzioso giudiziario tra il comune di capo d’Orlando e la TirrenoAmbiente Spa per i conferimenti effettuati tra il 2003 ed il 2005 dal comune paladino nella discarica comprensoriale. Allora si era nella fase di transizione tra gestione comunale ed Ato.
All’epoca, il comune depositò i propri rifiuti ma non pagò le fatture per 1.321.541 euro emesse dalla società che gestiva l’impianto.
Dopo aver atteso invano il saldo (vennero versati solo 303.720 euro), anche attraverso alcune ingiunzioni di pagamento, Tirreno Ambiente si rivolse al Tribunale di Sant’Agata Militello per avere i soldi.
Nel 2006 il comune si costituì in giudizio ma pagò un’altra piccola tranche del debito che scese prima a 852 mila euro e poi a 683 mila euro.
La prossima udienza del processo era già stata fissata per il 25 ottobre prossimo ma nel frattempo l’amministrazione e la Tirreno Ambiente hanno cercato un accordo che soddisfacesse entrambe le parti attraverso i loro legali.
Adesso, lo schema di transazione è stato approvato dalla giunta (all’unanimità dei presenti) e va in pubblicazione prima delle definitive firme tra le parti.
Secondo l’accordo raggiunto il comune di Capo d’Orlando si farà carico di pagare 833 mila euro, comprensivo degli interessi maturati in questi anni e definiti al 31 luglio scorso, ma ha ottenuto che la tariffa sia quella vigente all’epoca dei conferimenti e non aggiornata a quelle attuali. La società, quindi, rinuncerà ad ogni eventuale procedura esecutiva relativa al credito vantato.
Il bonifico comunale, si legge nell’accordo pubblicato all’albo pretorio, dovrà essere versato in un’unica soluzione alla Tirreno Ambiente Spa entro il 30 aprile del prossimo anno.