La Giunta “salva” il centro di riabilitazione

0
19

Sarà la giunta comunale di Capo d’Orlando a farsi carico, versando una parte  dei propri rimborsi, del canone di affitto per i nuovi locali da adibire a centro di riabilitazione. E’ la soluzione individuata dal comune che proprio nei giorni scorsi ha ricevutole due offerte per scegliere l’immobile che dovrà prendere il posto dell’attuale locale fatiscente ubicato nei terreni della Fondazione Piccolo e che destinato ad essere dismesso dopo che l’Ente aveva chiesto all’Asp un importante canone di locazione. Una vicenda che aveva creato fibrillazione tra le centinaia di persone che usufruiscono del servizio riabilitativo pubblico. Nel dibattito era intervenuta anche la segreteria provinciale della Cisl che aveva giudicato inaccettabile la decisione dell’Asp di chiudere. La Cisl aveva lanciato l’allarme sulla revoca della concessione dei locali di Villa Piccolo evidenziando che, oltre ai disagi agli utenti, anche gli operatori della Cooperativa affidataria e dell’ASP avrebbero subito dei contraccolpi logistici e operativi perchè, pur residenti nella zona, sarebbero stati costretti ad affrontare spese di viaggio e trasferimenti in altre località. Nel frattempo, però, il comune si era mosso per cercare nuovi locali in una zona più centrale rispetto al parco di Villa Piccolo e nei giorni scorsi sono giunte due manifestazioni di interesse che il vice sindaco Aldo Leggio giudica “interessanti”. “Un immobile si trova nella zona di Santa Lucia- dice Leggio- l’altro in contrada Forno. Entrambi sono ideali per lo scopo di adibirle a centro riabilitativo e sono dotati di parcheggi  nonché privi di barriere architettoniche. Tra qualche giorno verrà presa una decisione  l’Asp potrà trasferire il centro.” La notizia è comunque che le spese di affitto saranno coperte con la parte di “stipendio” ancora percepita dagli assessori (una parte è già destinata ad interventi di solidarietà) almeno sino a quando gli stessi saranno in carica. Poi, naturalmente, il costo passa sulle casse comunali.