Restauro Porto Salvo, parte la raccolta fondi

0
113

Un progetto che parte da fedeli e tecnici locali per salvare l’antica chiesa dedicata alla Madonna di Porto Salvo, situata in piazza Merendino e che rappresenta il più antico luogo di culto del centro urbano di Capo d’Orlando. Dopo l’assemblea che ha dato vita ad un comitato civico, infatti, è partita la raccolta di fondi per realizzare gli interventi previsti a salvaguardia del manufatto. Il progetto è stato realizzato dall’ingegner Fortunato Lo Presti e dagli architetti Emanuela e Tullia Lo Presti e proprio in questi giorni è stata avviata la procedura di gara con l’acquisizione dei preventivi da parte di professionisti ed imprese locali. La raccolta di fondi avverrà sia tra i fedeli orlandini che tra gli emigranti, soprattutto in Australia, che hanno fortemente a cuore il futuro dell’antica chiesa di Porto Salvo che era perfettamente in funzione sino alla realizzazione di quella “Cristo Re” che si trova ad un centinaio di metri di distanza. La chiesa, costruita nel 1870, seriamente danneggiata dal terremoto del 1978 rimase chiusa qualche decennio prima di un restauro che, oltre a restituirla al culto, ha permesso di utilizzarla come luogo per incontri e iniziative come la mostra dei presepi che si svolge ormai da qualche anno. L’obiettivo del comitato, presieduto da Calogero Armando Lanza, è comunque quello di raccogliere oltre ai soldi, anche professionalità ed attenzioni da parte della comunità. Nel senso che si punta anche a trovare volontari o imprese che limitino al massimo il loro margine di guadagno proprio come segnale di devozione.
Le offerte di denaro possono essere fatte a favore del Comitato per il restauro della chiesa di Maria SS. Di Porto Salvo nelle agenzie di Capo d’Orlando del Monte dei Paschi di Siena e dell’Unicredit.