Orlandina preso anche Fascetto

0
127

Entra nel vivo il mercato dell’Orlandina calcio. La settimana decisiva per il d.s. Marco Cirillo e l’allenatore Peppe Raffaele che stanno chiudendo diverse trattative. Dopo il portiere Caserta e il difensore Russo ecco che oggi è stato firmato un altro difensore. Si tratta di Francesco Fascetto classe 1983 con una notevole esperienza in serie D. Infatti ad eccezione di due stagioni a Palazzolo ed Acireale, Fascetto ha sempre giocato nella quarta serie. Mancino naturale di 190 cm, annualmente entra anche in classifica marcatori e nella sua migliore a Lentini in D, ha messo a segno ben 7 reti. Con l’arrivo del giocatore Catanese, Raffaele ha quasi completato il pacchetto difensivo che nei giorni scorsi aveva già registrato l’arrivo di tre juniores.

L’attenzione di Cirillo è ora tutta per l’attaccante che dovrà affiancare il confermatissimo Filippo Crinò. Difficile che possa raggiungere Capo d’Orlando Roberto Pasca lo scorso anno 10 reti a Licata e con un bagaglio di esperienze in mezza Italia tra serie C e D. C’è invece qualche possibilità in più per Rosario Majella ex Campobasso in C2 per metà della passata stagione, nella quale ha messo a segno ben 9 reti. Giocatore di 34 anni con quasi 200 gol all’attivo di cui 28, nel suo anno migliore con la maglia della Casertana. Anche su Majella così come per il già citato Pasca, c’è tantissimo interesse, quindi gioco al rialzo da parte di tre quattro società. E così come ha dichiarato ai nostri microfoni lo stesso Cirillo venerdì sera, l’Orlandina non potrà competere. Dunque altri due nomi importanti per l’attacco di Raffaele, potrebbero essere Roberto Cappai lo scorso anno all’Arzachena, Ignazio Panatteri ex Ragusa, Siracusa, Palazzolo, Messina, Catania, Modica e Avellino o anche Salvatore Cociamano ex Nissa e Igea Virtus. Discorso centrocampo. Sfuggito per il solito gioco al rialzo di procuratori Roberto Assenzio che è approdato alla corte di Pino Rigoli ad Agrigento, il lavoro di Cirillo è indirizzato fuori dalla Sicilia proprio per evitare pericolose interferenze che farebbero saltare all’ultimo momento l’affare. Comunque Raffaele ha chiesto un leader che inserito nel settore nevralgico, possa condurre la squadra ad una tranquilla salvezza. Lunedì 22 luglio al raduno che si svolgerà al Ciccino Micale saranno comunque tutti presenti.