Barcellona. L’Amministrazione risponde ai capigruppo ed al Presidente del Consiglio

0
24

Non si è fatta certo attendere la replica dell’Amministrazione Collica alla conferenza stampa tenuta lunedì scorso da alcuni capigruppo consiliari e dal Presidente del Consiglio Comunale Angelo Paride Pino. L’esecutivo di Palazzo Longano ha voluto in primis fare chiarezza sulla vicenda Dusty, spiegando che già da maggio era stato richiesto l’elenco dei lavoratori in carico in ogni singolo comune con relativa qualifica. L’Amministrazione ha quindi allertato Prefettura e sindacati affinchè sollecitassero i sindaci del comprensorio a prendere in carico i lavoratori afferenti ai loro territori, così come fatto dal Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, conservando i livelli occupazionali. La Giunta Collica ha inoltre fatto sapere che si sta predisponendo un piano dei rifiuti che prevede una raccolta differenziata che potrebbe creare le condizioni per un aumento del personale. Relativamente alla vicenda “Cutroni-Zodda”, l’Amministrazione ha affermato di avere più volte cercato la collaborazione del Consiglio Comunale. Per la prima volta, si è arrivati ad una concertazione della pianta organica con l’Assessore Regionale alla Sanità, aprendo un dialogo teso a tutelare i servizi fondamentali per la città, come l’emergenza urgenza di cardiologia e chirurgia per 24 ore. Sul Teatro Mandanici, si sta invece pensando ad una gestione privata del bene alla quale saranno date chiare e rigide regole per non privare ulteriormente la città di un rilevante polo culturale. L’esecutivo ha quindi evidenziato come appare incomprensibile la scelta della Prima Commissione di restituire senza darvi corso la proposta di Delibera sull’esternalizzazione della gestione del Teatro che rallenta i tempi. Sulle critiche relative alla gestione del post alluvione, l’Amministrazione ha voluto invece ricordare come siano stati sbloccati i fondi per i pagamenti con i quali sono stati saldati i conti degli albergatori cittadini e si stia provvedendo a fornire i contributi per autonoma sistemazione ed a pagare le prime ditte.