Ripescaggio in D, il Due Torri aspetta

0
62

In attesa della graduatoria ufficiale delle società che hanno chiesto il ripescaggio nel campionato di serie D, i siti nazionali che parlano dei campionati dilettantistici hanno provato a simularne una. Riportiamo di seguito l’articolo che questa mattina a firma Davide La Rocca ha pubblicato “Il Notiziario del Calcio”  (che fa capo a TuttoMercatoWeb).

“Nei giorni scorsi, la Lnd ha reso noto le società di Eccellenza che hanno chiesto di essere ripescate in Serie D. Nello specifico, ecco le società interessate: Anziolavinio, Ars et Labor Grottaglie, Budoni, Cerea, Casarano, Città di Giulianova, Correggese, Due Torri, Giorgione, Latte Dolce, Libertas, Mezzocorona, Oltrepo, Palazzolo, Pontevecchio, Pro Settimo Eureka, Recanatese, Renato Curi A., Rende, Rieti, San Colombano, Unione Triestina, Union Ripa La Fenadora e Verbano. Adesso cerchiamo di fare un po’ di chiarezza:

Cerea, Verbano, Casarano – Sono le squadre che, sulla carta, hanno possibilità di ripescaggio ridotte all’osso. Le prime due società nel 2011 sono già state ripescate, mentre il Casarano viene dal vittorioso campionato di Promozione. I pugliesi fanno molto affidamento sullo stadio e sul bacino d’utenza ma, per tutte e 3 le società, ci vorrebbero circa 28 squadre che rinunciano alla Serie D per essere ripescate.

Rieti, Libertas, Pro Settimo, Oltrepò – Partendo sempre dal fondo della Classifica, dopo le tre squadre già citate arriva questo “poker” di società che hanno partecipato all’ultimo campionato di Eccellenza, senza però arrivare agli spareggi promozioni. Anche per queste società, dunque, il ripescaggio appare una chimera.

A questo punto restano 17 società, tra squadre retrocesse dalla D ed altre che hanno disputato un ottimo Campionato di Eccellenza. Proviamo a stilare una Classifica:

Sancolombano
Pontevecchio
Rende
Mezzocorona
Union Ripa
Renato Curi Angolana
Latte Dolce
Budoni
Correggese
Grottaglie
U.Triestina
Recanatese
Giulianova
Siracusa (ex Palazzolo)
Due Torri
Anziolavinio
Giorgione

Ricordiamo che vige la regola dell’alternanza: vale a dire, una squadra d’Eccellenza ed una retrocessa dalla Serie D. La Classifica, ripetiamo, non è assolutamente ufficiale”. (tratto da: www.notiziariodelcalcio.com)