Acquedolci, condanne per abusi edilizi

0
259

Il rappresentante di una impresa di costruzioni, un progettista, due funzionari comunali e la commissione edilizia in carica nel 2003 ad Acquedolci, sono stati condannati per violazioni edilizie relativamente ad un fabbricato costruito in via Diaz.
La sentenza, emessa dal giudice di Patti, Maria Pia Lazzara condanna ad otto mesi (pena sospesa) l’imprenditore Nicolò Susio, il progettista Silvestro Di Costa, il responsabile dell’area tecnica dell’epoca Salvatore Ettore Lo Cicero e il responsabile del procedimento Luigi Bordonaro,
Cinque mesi (pena sospesa) per Antonino Savio, Salvatore Mondello e Domenico Ferrara. Sei mesi (pena sospesa) per Vincenzo Campisi.
Il processo è scaturito dalle denuncia presentate nel 2009 da Benedetto Baldanza e nella quale si evidenziavano difformità nella realizzazione di un fabbricato a tre elevazioni.