Identificato l’extracomunitario trovato morto a Rometta – Video

0
115

E’ stato identificato l’extracomunitario il cui corpo senza vita è stato rinvenuto ieri con un cappio intorno al collo  in una baracca ubicata in un terreno adiacente Piazza Padre Pio a Rometta Marea. Si tratta di Peter Damian Puliyanath, 47 anni, operaio di nazionalità indiana residente in un comune del nord Italia, ma domiciliato a Spadafora. Intanto, prosegue l’attività investigativa degli inquirenti, coordinati dal Sostituto Procuratore Anna Maria Arena della Procura della Repubblica di Messina. Gli investigatori stanno cercando indizi utili per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e le cause del decesso. E’ giallo infatti sulla morte e l’ipotesi suicidio non sembrerebbe poi così scontata. Il corpo dell’indiano sarebbe stato rinvenuto per caso ieri mattina intorno alle 12,30 da un passante che si era appoggiato sulla ringhiera delimitante il terreno su cui sorge la vecchia baracca in muratura.

Da una finestra, il passante ha notato la sagoma del cadavere, impiccato con un cavo fissato al soffitto. Allertato il 112, sul posto sono subito giunti i Carabinieri della Stazione di Rometta e quelli della Compagnia di Milazzo. Successivamente, in Corso Libertà, si sono portati anche i Militari del Nucleo Investigativo e del Ris. Gli inquirenti, al momento, non escludono nessuna pista. Secondo indiscrezioni non confermate, infatti, sembra che il cadavere- al momento del ritrovamento- presentasse delle ferite alla testa. All’interno del casolare- sempre secondo indiscrezioni non confermate- sarebbero state ritrovate tracce ematiche. Intanto vige il massimo riserbo da parte degli investigatori. Maggiori indicazioni potrebbero tuttavia essere fornite dall’autopsia.