Voto province, prosegue il gioco dell’oca

0
9

Prima anticipate addirittura di un mese, a fine Aprile, poi risistemate alla data naturale del 26 e 27 Maggio, infine, la proposta shock di commissariare le province per un anno, approvare la riforma degli enti e quindi andare a votare secondo un nuovo criterio di organizzazione delle province stesse.