“Gruppo Bonina”, no al concordato per la Csrs. Le altre aziende sono salve.

0
1428
Morosito

E’ stata rigettata in prima battuta la proposta di concordato preventivo che era stata richiesta a favore della società “Csrs Spa – Centro supermercati Regione Sicilia” del gruppo Bonina. Così si è espresso il tribunale di Barcellona il 30 novembre scorso, dopo l’istanza di fallimento riguardante solo una società del gruppo, riguardante i supermercati “Sigma”, che però è impegnata nel settore logistico. Per il resto, tutto il comparto delle altre aziende con oltre 350 dipendenti, punti vendita ed immobili, in assenza di provvedimenti del tribunale, si può considerare salvo. E non potrebbe essere altrimenti, visto che Immacolato Bonina, non solo ha confermato la presenza degli oltre venticinque supermercati, ma anche l’apertura di altri cinque, di cui uno a Patti. Evidentemente, con questi presupposti, si percepisce che la società ha le carte in regola per rilanciarsi e per competere sul mercato. Nel frattempo, contro questa sentenza della sezione fallimentare del tribunale di Barcellona, gli avvocati, Francesco Aurelio Chillemi, Fabrizio Guerrera e Gaetano Franchina, presenteranno reclamo; si rivolgeranno alla corte d’appello di Messina, con una istanza rafforzata anche dal responso che avevano deliberato i commissari nominati dal tribunale di Barcellona. Infatti i commissari, Attilio Liga, Antonino Mazzei e Biagio Parmaliana, si erano espressi favorevolmente alla concessione del concordato preventivo. Nonostante questo e per un fallimento “parziale”, il tribunale si è pronunciato in maniera opposta. La “partita” ora si sposta nel secondo grado di giudizio. Nel frattempo, la società che gestisce i supermercati di Sicilia e Calabria e che fa capo a Immacolato Bonina, ha voluto rimarcare che nulla è perduto, soprattutto in riferimento ai punti vendita e al posto di lavoro degli oltre trecentotrenta dipendenti. Bonina ha ricordato infatti che, a parte la società del gruppo che gestisce il carattere logistico, nessun’altra è stata intaccata dalla sentenza del tribunale: “Non siamo falliti, la società del Centro Supermercati Regione Sicilia spa non ha abbassato la guardia, è più viva che mai, ha dichiarato Bonina, tant’è che stiamo aprendo nuovi punti vendita – si tratta di cinque nuovi esercizi commerciali – e uno proprio a breve a Patti”.