Sant’Agata, nomine degli esperti da rivedere

0
178

L’assessorato regionale agli enti locali ha invitato il comune di Sant’Agata Militello ad adeguare le nomine degli esperti del sindaco a titolo gratuito a quanto previsto dalla normativa vigente. La vicenda finì al centro della polemica politica, una delle innumerevoli negli ultimi anni a Sant’Agata, dopo la richiesta di verifica inoltrata all’assessorato dal presidente del consiglio comunale Antonio Scurria. Nel mirino la nomina di ben sei esperti da parte del sindaco Sottile che si era dotato di consulenti gratuiti per servizi sociali, marketing e sviluppo territoriale, personale, bilancio e finanze, edilizia popolare e politiche comunitarie. Sulla vicenda, l’assessorato enti locali acquisì anche la relazione del segretario comunale. Nei giorni scorsi è stata quindi notificata al comune la comunicazione di conclusione del procedimento amministrativo, con l’invito al sindaco ad attenersi alla normativa che prevede il limite di due esperti a titolo gratuito. Secondo quanto scritto dal dirigente del servizio vigilanza e controllo dell’assessorato regionale, inoltre, la condotta dell’amministrazione santagatese nel conferimento degli incarichi a titolo gratuito andrebbe a contrastare con il principio di tutela d’interesse pubblico dell’equilibrio economico e del buon andamento dell’amministrazione, esponendo il comune al rischio di istanze di ingiusto arricchimento da parte degli interessati. Per questi motivi la regione siciliana ha suggerito al Comune santagatese di apportare i necessari rimedi alla prassi instaurata, al fine di evitare il formarsi di un potenziale pregiudizio per l’amministrazione.