L’Anffas Onlus di Patti a “Europe in action”

0
160

L’Anffas Onlus di Patti è stata protagonista a Roma della Conferenza Europea “EUROPE IN ACTION 2015”a cui hanno preso parte più di 370 partecipanti provenienti da tutti i paesi d’Europa, come Croazia, Francia, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Romania, Regno Unito, Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Germania ed inoltre dal Malawi (Africa), dal Libano e dall’Australia. Tra gli italiani, oltre l’Anffas, i rappresentanti della CIP/FISDIR, SINPIA, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, della FISH, di Autisme Europe-gruppo Asperger ITALIA, dell’AIPD. Il tema della conferenza di Inclusion Europe(l’associazione europea di persone con disabilità intellettiva) alla cui realizzazione ha collaborato Anffas Nazionale è stato “Auto-rappresentanza e Famiglie” (Self-Advocacy and Families) e nelle diverse sessioni molti auto-rappresentanti hanno relazionato sui temi dell’accessibilità, della capacità politica, salute, tutela legale e vita nella comunità. Nella conferenza è stata prodotta la “Dichiarazione di Roma per la Promozione ed il Sostegno dell’Auto-Rappresentanza in Europa”, un documento che spiega l’importanza della Self-Advocacy e le richieste delle persone con disabilità in linea con la Convenzione Onu. Nella sessione: “Vivere nella comunità” grande apprezzamento è stato mostrato per l’esperienza presentata da Anna e Piergiorgio Zampino dal titolo “Un autentico capolavoro! Sostenere la speranza, la realizzazione dei personali talenti e il diritto al lavoro”. Piergiorgio ha presentato la propria esperienza lavorativa e illustrato, con l’ausilio di un power point in “linguaggio facile da leggere”, le metodologie utilizzate ed i contenuti del percorso formativo e di work experience. Anna ha evidenziato i punti di forza, quali: il coinvolgimento attivo delle famiglie, la collaborazione sinergica tra operatori qualificati (quali psicoterapeuti, educatori, tutor, insegnanti dell’istituto Borghese-Faranda di Patti etc.), la pianificazione di sostegni individualizzati ed una sistematica azione di coordinamento che ha consentito la partecipazione di 50 aziende e più di 50 persone con disabilità intellettiva e/o relazionale nella Provincia di Messina. Attraverso il video “un autentico capolavoro” hanno mostrato come il progetto abbia reso immensamente felici i partecipanti permettendo di valorizzare i talenti di ciascuno, abbia acceso la speranza nel futuro di giovani con disabilità e famiglie, e dimostrato concretamente che ogni persona può essere protagonista della propria vita e dare qualcosa di prezioso alla comunità. I Relatori hanno infine preso in prestito le parole di papa Giovanni Paolo II per augurare a tutte le persone con disabilità di poter realizzare pienamente la propria vita: “Prendete in mano la vostra vita e fatene un autentico e personale capolavoro!”. Intervenendo nell’Assemblea Nazionale dell’Anffas che si è svolta nei giorni 23-24 maggio, il presidente di Anffas Onlus di Patti ha sottolineato l’importanza della promozione della vita indipendente e ribadito che “l’esperienza di inclusione lavorativa in Sicilia è stata possibile grazie al lavoro quotidiano e paziente di professionisti qualificati che hanno speso tutte le loro energie per permettere a tutti gli operatori e tutor di svolgere il loro ruolo di supporto alle attività svolte da ciascun ragazzo. Anche le aziende hanno apprezzato il lavoro dei nostri ragazzi e alcune di loro hanno richiesto che questa esperienza continui grazie a “garanzia giovani” in diversi settori. Si può dire che è stata scritta un’altra pagina di ciò che avviene quando si crede che nulla è impossibile a chi lavora con amore e competenza…”. A Roma Piergiorgio, come altri giovani con disabilità, hanno avuto la possibilità di condividere le proprie esperienze, di discutere dei propri diritti e manifestare i propri desideri per il futuro. Nell’ambito dell’Assemblea, in continuità con la Dichiarazione di Roma e con il documento redatto nel primo incontro degli Auto-Rappresentanti, Anffas Onlus ha deliberato di continuare a lavorare concretamente per realizzare l’inclusione scolastica, l’occupazione e il diritto al lavoro, il diritto all’abitare e la libertà di scelta in ogni aspetto della vita. Tali obiettivi sono stati enfatizzati nella mozione generale approvata dalla stessa Assemblea dal titolo “Liberi di scegliere, liberi di partecipare, con il coraggio di cambiare il mondo”.