Messina – Reggina, scontri tra ultras. Nove arresti (video scontri)

0
1965

Sono nove gli arrestati per le intemperanze nel dopo gara di Messina Reggina, il derby che valeva la permanenza in LegaPro e che i giallorossi hanno perso con le conseguenze che sono andate ben oltre il semplice rammarico sportivo. Ed infatti un gruppo di supporters, già durante gli ultimi minuti di gara, ha prima tentato di invadere il campo rendendo necessario l’intervento degli uomini della polizia, e poi al termine della gara si è diretto prima verso la tribuna centrale, non riuscendo però ad entrare, e successivamente verso i cancelli di ingresso all’area tecnica dove è possibile raggiungere i giocatori e i dirigenti delle due squadre.

Come testimoniano le immagini riprese dalle telecamere esterne dello stadio, un gruppo ben nutrito e armato di cinghie e spranghe è venuto a contatto con le forze dell’ordine che hanno respinto l’assalto, ferito un poliziotto con prognosi di otto giorni.

Le violenze però sono continuate, lo stesso gruppo si è dileguato tentando di raggiungere gli imbarcaderi di Tremestieri dove i tifosi della Reggina stavano sopraggiungendo a bordo di autobus dell’ATM per salire a bordo della nave predisposta per il loro rientro in Calabria. Un’imboscata che però non è riuscita grazie anche qui al pronto intervento dei celerini. Solo dai parcheggi dell’area di servizio autostradale si è registrato un lancio di oggetto contro i tifosi ospiti con il danneggiamento di alcuni mezzi.

arresti ultras messinaLe indagini sono ancora in corso per identificare eventuali altri responsabili, ma a meno di 24 ore dai fatti sono stati posti agli arresti domiciliari alcuni dei soggetti ritenuti coinvolti negli scontri.  Si tratta nello specifico di Gabriele Sottosanti, Massimiliano Turrisi, Domenico Messina, Davide Siracusa, Ivano Guglielmino, Gaetano Arcidiacono, Matteo Astuto, Domenico Ruggeri e Filippo Bonaccorso. Un minore di 16 anni è stato denunciato in stato di libertà. Per tutti loro, oltre al processo per direttissima, è atteso un pesante DASPO, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive.

Morosito