“Terreni in comune” lasciano i domiciliari due indagati

0
156

Lasciano i domiciliari e tornano liberi con il solo obbligo di dimora a Capo d’Orlando Antonia Strangio e Sebastiano Armeli, cognati, entrambi coinvolti nell’operazione “Terreni in comune” che il primo dicembre del 2014 portò all’esecuzione di diverse ordinanze di custodia cautelare per una truffa ai danni dell’Agea. Sebastiano Armeli, medico veterinario e consigliere comunale di minoranza a Tortorici figura indagato per la sua attività all’interno di un patronato con sede nel centro nebroideo.
Il provvedimento di revoca dei domiciliari è stato emesso oggi dal Gip di Patti su richiesta degli avvocati Carmelo Occhiuto e Teresa Strangio che difendono i due indagati. Il giudice ha inoltre annullato l’obbligo di dimora per Maria Natalina Strangio (moglie di Sebastiano Armeli) e Giuseppe Armeli (fratello dello stesso consigliere.
In fase preliminare, attualmente in corso dal Gip, gli avvocati hanno già ottenuto lo sblocco di alcuni beni sequestrati durante il blitz mentre a settembre si deciderà sul rinvio a giudizio.