A Sant’Agata Militello, la Giornata Mondiale senza tabacco

0
190

Nel mondo più di 3 milioni di decessi sono imputabili al fumo di tabacco. Solo in Italia, le morti attribuibili al fumo sono circa 90 mila all’anno. Ma nonostante la relazione fumo-malattia sia ormai universalmente riconosciuta, non vi è ancora una reale presa di coscienza del danno determinato dal fumo che resta la principale causa prevenibile di malattia e di morte. Un convegno di approfondimento e sensibilizzazione sui temi della lotta al fumo è stato organizzato a Sant’Agata Militello, in occasione della giornata mondiale senza tabacco, curato dal circolo Lions santagatese, in collaborazione con l’Asp di Messina nella persona di Giovanni Puglisi, Direttore Dipartimento Prevenzione e di Rosaria Cuffari, Dirigente Medico e con Gaetano Sergi il Dirigente responsabile dell’unità di audiologia dell’ospedale di Sant’Agata Militello. Prevenire è meglio che curare. Gli sforzi sono tesi a sensibilizzare soprattutto i giovani e scoraggiarli dall’iniziare a fumare. La dipendenza dal fumo è una patologia curabile ma gli enti predisposti devono avere in mano gli strumenti adatti per intervenire.