Fratricidio a Barcellona, una ennesima lite trasformatasi in tragedia

0
154

Si trova in stato di fermo, su disposizione del sostituto procuratore Fabio Sozio, il 28enne Alessandro Crisafulli, manovale di Barcellona Pozzo di Gotto, che all’alba di oggi ha ucciso il fratello Roberto di 32 anni.
Il delitto è avvenuto in contrada Oreto e, secondo una prima ricostruzione, l’assassino avrebbe imbracciato il fucile al culmine di una lite col fratello esplodendo un solo colpo indirizzato al cuore.
Sembra che la lite fosse solo l’ultima di una lunga serie e che stavolta sia scaturita dal tentativo di Alessandro Crisafulli di difendere i genitori oggetto di una aggressione verbale e fisica del fratello.
Dalle testimonianze raccolte dai Carabinieri, infatti, la vittima sarebbe tornata tardissimo a casa, forse sotto l’effetto di alcool, e si sarebbe scagliata contro i genitori che lo rimproveravano. A quel punto il manovale fratricida sarebbe intervenuto sparando al fratello.