Da Capo d’Orlando un progetto rivolto a 7000 giovani dei Nebrodi

0
184

Si chiama “Al centro dei Nebrodi” ed è stato ideato dall’associazione Agorà e finanziato dal Ministero della Gioventù. Il progetto prevede la promozione di un centro culturale, ludico, aggregativo per gli abitanti di tutto il comprensorio dei Nebrodi, attraverso la rivalorizzazione (anche strutturale) del Cineteatro “Rosso di San Secondo”, del Comune di Capo d’Orlando. L’obiettivo è quello di creare un centro di aggregazione sociale e giovanile, nel quale promuovere servizi capaci di ridurre il rischio di marginalità e devianza giovanile.
Svariate e numerose le attività previste che riguarderanno diversi ambiti che passano dal “La Compagnia del teatro”, cioè la nascita di una vera e propria compagnia teatrale che potrà mettersi in gioco negli anni ai “Cineforum tematici” ovvero proiezioni cinematografiche su tematiche di interesse sociale, culturale, giovanile. Inoltre il vasto progetto che ha grande rilevanza sociale punta a “Scuole al cinema”, con l’avviamento di un percorso di crescita culturale e di approccio alla vita reale tramite la visione di pellicole cinematografiche che si sono distinte nel tempo. Inoltre un progetto sarà dedicato all’ alfabetizzazione informatica tramite l’erogazione di corsi di formazione che mirano a fornire una conoscenza sull’informatica di base e la navigazione in internet e alla “Socializzazione e tempo libero” con l’allestimento di una zona con giochi da tavolo dove verranno organizzati momenti di gioco libero o strutturati. Si tratta di attività che saranno erogate in modo gratuito e che prevedono lo “Sportello Informagiovani”, servizio di rilevante importanza, accessibile  e funzionale per tutti i giovani (apertura giornaliera), in grado di fornire informazioni in modo rapido ed efficiente per favorire l’ideazione e la realizzazione di progetti culturali e di promozione sociale ed il “Caffè Letterario”, con l’allestimento di un’area, con navigazione internet gratuita.
“E’ senza dubbio un risultato importante per la nostra comunità e per l’intero comprensorio” – spiega il vice presidente del Consiglio Comunale Andrea Paterniti che ha puntato sull’iniziativa – sopratutto in un momento storico in cui vi è una forte riduzione dei servizi offerti ai cittadini, Capo d’Orlando si distingue ancora una volta per qualità e quantità, il tutto a costo zero grazie alla compartecipazione finanziaria del Ministero alla Gioventù”.
“Questa è una grande opportunità per i Nebrodi – commentato infine il presidente dell’Associazione Agorà, Fulvio Mavilia – il progetto infatti, coinvolgerà circa 7.000 giovani. Verrà data priorità ai soggetti in condizione di svantaggio valorizzando un bene pubblico sia a livello strutturale che culturale”.

Morosito