Edipower, intesa sulla riconversione

0
32

Via libera dalle maestranze della centrale termoelettrica di San Filippo del Mela all’accordo che Filctem Cgil Flaei Cisl Uiltec Uil hanno sottoscritto con confindustria e la capogruppo A2A per la riconversione del sito in polo delle tecnologie rinnovabili. Nel corso dell’assemblea cui hanno preso parte anche i rappresentati sindacali di Femca Cisl, Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil sono stati spiegati i dettagli dell’intesa siglata a seguito della presentazione del piano industriale che conferma un investimento di oltre 200 mln. L’evoluzione del nuovo progetto sarà seguito attraverso una apposita commissione bilaterale. Decisivo sarà in questo percorso il pronunciamento di Terna previsto per i prossimi mesi sull’indispensabilità o meno della centrale. Anche nel caso di drastico ridimensionamento della produzione è stato deciso che, per tutto il periodo della riconversione, di garantire ai lavoratori gli ammortizzatori sociali per l’85% della retribuzione. Per quanto riguarda l’indotto, i sindacati hanno preteso e ottenuto nell’intesa che Confindustria ed Edipower garantissero una particolare tutela, nei lavori della riconversione, alle maestranze delle aziende finora impiegate negli appalti per le manutenzioni, coinvolgendo anche le aziende del territorio e la manodopera locale. Dopo mesi di continue proteste, l’accordo è un primo importante segnale per la difesa del lavoro; sarà necessario rafforzare i contenuti e gli impegni, a difesa di un sostanzioso investimento di cui il territorio ha estremamente e da tempo bisogno.