Nasce la rete delle biblioteche messinesi

0
46

Saranno 42 le “biblioteche in rete” della provincia di Messina. La rete informatizzata per la catalogazione del Servizio Bibliotecario Regionale/Polo di Messina sarà ampliata, grazie ad un finanziamento del Programma Operativo Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, richiesto ed ottenuto dal soprintendente Rocco Giovani Scimone, che ha nominato responsabile unico del procedimento l’arch. Maria Mercurio.
Tutte le sedi sono state dotate di terminali, con postazioni di lavoro abilitate per l’incremento continuo del database e predisposte per la consultazione del catalogo, mediante l’Opac, programma di ricerca. Tra le strumentazioni informatiche, alle biblioteche che dispongono di Wi-Fi, sono stati forniti anche tablet per consentire all’utenza la consultazione di giornali, riviste online, lettura di e-book e facilitare le ricerche pertinenti attraverso internet.
Il programma, che avrà piena attuazione entro il mese di settembre, prevede corsi di aggiornamento sul software per gli operatori delle biblioteche e la realizzazione dell’app gratuita per smartphone e tablet attraverso la quale l’utenza registrata, potrà agevolmente gestire: prestiti, comunicazioni con le biblioteche aderenti e ricevere informazioni.
Fanno parte del polo di Messina le biblioteche comunali di Messina, Barcellona, Capo d’Orlando, Castroreale, Furci Siculo, Gioiosa Marea, Gualtieri Sicaminò, Italia, Letojanni, Lipari, Malfa, Milazzo, Mistretta, Naso, Nizza di Sicilia, Pace del Mela, Patti, Piraino, Roccalumera, Rodì Milici, Sant’Alessio Siculo, Santa Lucia del Mela, San Marco d’Alunzio, San Piero Patti, Santo Stefano Camastra, Santa Teresa Riva, Taormina, Torrenova e Villafranca Tirrena.
Oltre alle comunali, fanno parte del sbrmessina, anche quelle di Mistretta (parrocchia Santa Lucia), Nizza di Sicilia (Associazione vivere insieme) e Patti (seminario arcivescovile).

Morosito