Volley, l’Ottica Sottile batte Milazzo

0
74

Davanti al pubblico delle grandi occasioni (una tra le platee più gremite viste negli ultimi periodi all’Aia Scarpaci) è ancora una volta la squadra del Presidente Fazio a portare a casa i 3 punti ed a conquistare, così come fatto nel girone d’andata il super-derby. E’ stata una partita quasi a senso unico con la squadra di casa sempre al comando delle operazioni di gioco. Soltanto qualche errore gratuito di troppo ha di fatto allungato l’epilogo dei primi due set, ma in entrambi i parziali sono stati Crisafulli e compagni a fare il bello ed il cattivo tempo. L’Ottica Sottile pertanto mette a segno l’en plein stagionale nei confronti del Milazzo, conquistando tre sigilli su altrettanti match disputati (uno di coppa, due di campionato). Agli ordini dei Signori Perdichizzi e Pintaudi, con segnapunti federale il Sig. Molino (su specifica richiesta della Società di casa si è provveduto a richiedere come da regolamento un segnapunti non di parte, per evitare qualsiasi polemica o malinteso) la partita scivola con buoni ritmi, con l’Ottica Sottile che amministra la pratica senza eccessivi patemi d’animo. Marchetta ed Accetta sono praticamente inarrestabili, mentre Catania in difesa riesce a recuperare una infinità di palloni. Ne esce fuori così un set quasi a senso unico reso meno severo da un breve passaggio a vuoto di Mazzeo e soci nella fase finale del primo atto. Al cambio campo il Milazzo non ci sta, e mette immediatamente il naso avanti, costringendo mister Torre al primo time-out discrezionale. Da quel punto in poi Barcellona, riordinate le idee, recupererà lo svantaggio di 5 punti, passando a condurre anche con un margine di ben sei lunghezze. Anche questa volta però i padroni di casa subiscono un break negativo nella fase finale, con Milazzo che riacciuffa la Morgan, annulla due palle set, e ne vanifica altrettante prima di cedere, dopo una stupenda altalena di emozioni, sul 29-27. Praticamente senza storia il terzo set, con il CSI che abbandona ogni velleità e cede al nervosismo (ne fa le spese il viceallenatore, dapprima sanzionato con il cartellino rosso, e poi allontanato dal campo). Il nervosismo eccessivo sarà di fatto il colpo del KO in casa CSI: a nulla serviranno time-out e ben 5 cambi effettuati da Mister Maio. A rendere meno severo il parziale come al solito ci pensano i padroni di casa, che, sentendo già la vittoria in tasca, si rilassano oltremodo, chiudendo definitivamente la gara sul 25-16, tra il giubilo dell’imponente cornice di persone che ha gremito in ogni ordine di posto i vecchi gradoni dell’Aia Scarpaci. E’ stata una bella prova corale: ognuno con la sua grinta e con il proprio fondamentale apporto ha fatto si che Barcellona portasse in cascina altri tre fondamentali punti per la rincorsa al secondo posto. Sarebbe oltremodo riduttivo menzionare un giocatore anzichè un altro, perchè la lode, questa volta è di tutti, anche di chi, con enorme spirito di sacrificio e soprattutto di SQUADRA, ha fatto da ultras pur non essendo stato scelto per scendere in campo. Esemplare il comportamento in campo dei gialloblù, così come bella e corretta è stata la platea presente sugli spalti. Prossimo impegno per i ragazzi del D.S. Galia giorno 9 maggio (la prossima settimana la serie C osserverà la sosta per lo svolgersi del trofeo delle Province) a Termini Imerese. Ottica Sottile Barcellona – CSI Milazzo 3-0 (25-23, 29-27, 25-16) Ottica Sottile: Mazzeo, Catania (L), Marchetta, Trifilò, Di Lorenzo, Crisafulli, Saitta, Parisi, Biondo, La Macchia, Accetta, Fugazzotto. All. Torre Milazzo: Ndoka, Rucci, Saccà, Formica, Sottile, Caruso, Anania, Guberti, Furnari, Galdi, Corso, Cutelli (L). All. Maio P. Arbitri: Perdichizzi e Pintaudi (ME)