Barcellona, Il PD sceglie Turrisi

0
124
Morosito

Il Pd ha ritrovato l’unità in zona Cesarini. Sosterrà compatto la candidatura a sindaco dell’avvocato Giuseppe “Giusi” Turrisi. Dopo infinite polemiche la fumata bianca è arrivata alla mezzanotte di sabato scorso, nel corso di un incontro a Palermo, ufficializzata con un comunicato firmato dal responsabile organizzativo del Pd regionale, Antonio Rubino, dal segretario provinciale di Messina, Basilio Ridolfo, dal segretario comunale, Francesco Russo e dai segretari dei quattro circoli barcellonesi, Domenico Floramo, Luciano Abbate, Giusy Alosi e Pippo Biondo. “Siamo stati chiamati ad un atto di responsabilità, ha dichiarato il segretario cittadino Francesco Russo ed il partito, pur riconoscendo la legittimità delle mie posizioni, ha ribadito che sarebbe stato necessario far prevalere le ragioni dell’unità e così è stato”. Anche Rubino e Ridolfo si sono detti soddisfatti del risultato raggiunto: “Esprimiamo soddisfazione per il risultato raggiunto con senso di responsabilità e serietà da parte del gruppo dirigente di Barcellona. Da giorni lavoriamo a questa conclusione e siamo convinti che la fatica sarà ripagata dalla vittoria di Turrisi e dall’affermazione del Partito Democratico. Chi ha gufato sulle nostre divisioni avrà un’amara sorpresa e ancora più amara il 31 maggio quando torneremo al governo della città di Barcellona.”  Ma l’unità appena ritrovata “in dirittura d’arrivo”, è scossa dalle dichiarazioni di Giovanni Munafò, dirigente storico del Pd, anche lui candidato a sindaco della città del Longano, rivolte al segretario cittadino, Francesco Russo. Munafò lo ha invitato a rassegnare le dimissioni dalla carica, per dar modo al Pd cittadino d’avviare quell’azione politica che gli compete per acquisire la dignità ed il prestigio perso.