Sant’Agata, ottimismo per il cantiere del porto

0
61
Morosito

Concluso il tour di incontri tra il responsabile dell’area lavori pubblici del comune di Sant’Agata Militello, Basilio Ridolfo, e le parti politiche, prima con il gruppo in appoggio all’amministrazione poi con i capigruppo consiliari, presenti solo quelli di opposizione, si può davvero dire che il progetto per il completamento del Porto santagatese sia finalmente incardinato verso l’approdo finale, ossia l’avvio del cantiere. La scorsa settimana era emersa la notizia della positiva conclusione della verifica agli elaborati progettuali presentati dall’impresa Cogip dopo le richieste di modifiche e rimodulazioni avanzate dal Rup. Un lungo e puntuale lavoro svolto dal Ridolfo e dall’ingegnere Francesco Giordano, che hanno valutato la corrispondenza del nuovo progetto stilato dalla ditta con le modifiche richieste, che vertevano sostanzialmente sulla riduzioni di alcune previsioni, soprattutto riguardo la cubatura delle opere di edilizia portuale e altre quote, che avevano fatto lievitare il costo del progetto esecutivo rispetto al definitivo a base di gara, rendendolo così non approvabile. Due anni e centinaia di faldoni dopo, dunque, quel progetto sembra finalmente poter vedere la luce. Sabato scorso era stato il sindaco stesso Sottile, dopo l’incontro tra i suoi ed il Rup, ad esultare: “Indietro non si torna – aveva scritto Sottile –. Abbiamo dato un ulteriore impulso importante all’apertura dei cantieri di lavoro per il completamento del porto”. Oggi è il gruppo di opposizione ad esprimere soddisfazione, auspicando una rapida definizione del procedimento. Il presidente del consiglio Scurria, rende atto all’ingegnere Ridolfo per il lavoro svolto e per la disponibilità a fornire i chiarimenti richiesti mentre i capigruppo Barone, Indriolo, Gumina e Pedalà sottolineano come si siano persi due anni per i passaggi necessari a dare corso alla realizzazione dell’opera. Al di là delle posizioni politiche, a questo punto la strada sembra finalmente spalancata verso l’avvio dei lavori. Il progetto, come previsto dalla legge, sarà sottoposto alla certificazione di qualità da parte di un ente accreditato, quindi, si passerà alla costituzione dell’ufficio direzione lavori ed all’apertura del cantiere che, secondo previsioni, potrebbe avvenire subito dopo l’estate.