Truffa all’Agea, tre denunciati a Mistretta

0
467

E’ stata scoperta a Mistretta un’ennesima truffa finalizzata all’indebito ottenimento di contributi europei destinati al settore agricolo. I Carabinieri della compagnia amastratina, a conclusione di un’articolata attività d’indagine, hanno infatti denunciato, in stato di libertà, un imprenditore 41enne di Castel di Lucio  per “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsità in scrittura privata” . Secondo quanto emerso dalle indagini, l’uomo, tra il 2009 ed il 2014, avrebbe ottenuto contributi dall’Agea  per circa 7 mila euro attraverso la produzione di false autocertificazioni. L’imprenditore avrebbe ottenuto quei fondi attraverso la  conduzione abusiva di un fondo rustico del Comune di Mistretta già in uso ad atro affittuario deceduto nell’anno 2003. Nell’inchiesta sono quindi finite altre due persone, dipendenti del Comune di Mistretta. Si tratta della 45enne responsabile del patrimonio e dell’area finanziaria del Comune, e di un funzionario 59enne, in servizio all’ufficio tecnico.  Entrambi sono accusati di aver omesso, negli anni, quei provvedimenti necessari per risolvere il contratto d’affitto del fondo in questione, intestato al precedente locatario deceduto. La mancata predisposizione di quegli atti avrebbe quindi  permesso al comune di Mistretta di incassare irregolarmente il canone d’affitto per undici anni, procurando un ingiusto vantaggio patrimoniale all’allevatore che, sa par suo, ha presentato la relativa domanda per l’ottenimento dei contributi. Entrambi i dipendenti pubblici saranno chiamati a rispondere di omissione di atti d’ufficio e  abuso d’ufficio.