Guardia di Finanza Messina, bilancio di un anno

0
54

La Guardia di Finanza presenta il bilancio dell’attività svolta sul territorio nell’anno 2014. Nel 2014 sono state eseguite dalle fiamme gialle di Messina e provincia  94 indagini di polizia giudiziaria nel contrasto all’evasione e alle frodi fiscali, 207 verifiche ai fini delle imposte,  485 controlli fiscali e 6.460 tra controlli strumentali e controlli su strada. Denunciati 69 responsabili di frodi e reati fiscali. Oltre 16 milioni di euro il valore del  patrimonio sequestrato. Scoperti 38 casi di frodi IVA, 2 casi di fiscalità internazionale ed 88 evasori totali. In ambito lavorativo, individuati 239 dipendenti completamente “in nero” e 9 irregolari, impiegati da 109 datori di lavoro. Nelle frodi ai danni dell’Unione Europea, 96 gli interventi eseguiti e 48 le denunce. 5 gli arresti. Rilevate indebite percezioni o richieste di contributi europei per 1,2 milioni di euro ed eseguiti sequestri per 1 milione e mezzo. 12 gli interventi per frodi di incentivi nazionali, con 3 arresti e 13 denunciati per circa 5,6 milioni di euro indebitamente percepiti. 5 gli interventi nel settore dei pubblici appalti, con 25 denunce. Il valore economico degli appalti controllati ammonta a oltre 111 milioni di euro, mentre le somme oggetto di assegnazione irregolare sono 53,2 milioni di euro. Sugli illeciti verso gli Enti previdenziali sono stati eseguiti 14 interventi e denunciati 24 responsabili, con l’accertamento di frodi per oltre 62 mila euro. A danno del Servizio Sanitario Nazionale sono state riscontrate frodi per 25 mila euro e 18 persone denunciate.  14 gli arrestati per reati contro la pubblica amministrazione, segnalate 110 persone per danni erariali, rilevando sprechi per oltre 154 milioni di euro. In materia sociale e di indebita esenzione del ticket sanitario sono stati eseguiti 86 interventi, 49 dei quali risultati irregolari e frodi per oltre 20 mila euro. Eseguiti quindi 11 interventi per contrabbando di tabacchi, sequestrati 11.210 kg di prodotti energetici, 212 apparecchi da gioco, oltre 61.928 prodotti contraffatti. 155 le indagini patrimoniali eseguite a carico di 565 soggetti con  proposte di sequestro per quasi 3 milioni di euro. 19 le denunce ed un arresto per riciclaggio. 11 le denunce in materia di usura, 3 gli arrestati. 167 gli interventi per falso monetario. Nell’ambito del traffico di stupefacenti, 60 le denunce e 14 gli arresti per oltre 8 kg di droghe sequestrate. Sotto chiave sono quindi finite  94 tra armi bianche, munizioni e materiale esplodente. Infine, nel settore della tutela dell’ambiente sono stati eseguiti 16 interventi, sequestrate oltre 13 tonnellate di rifiuti industriali e 7 discariche abusive.

Morosito