Anticipi che decidono una stagione

0
29

Si giocano questo pomeriggio anticipi che valgono una stagione per i campionati dilettantistici. Nella quarta serie la Tiger al Ciccino Micale con inizio alle ore 15.00, ospita la capolista Akragas. La formazione di Galfano con l’acqua alla gola per la precaria posizione di classifica, dovrà fare a meno di ben 5 titolari, l’undici di Feola con al seguito almeno 500 tifosi, è a caccia dei punti gli ultimi, che valgono il salto tra i professionisti. Nel campionato di promozione la 30^ ed ultima giornata, si gioca con 24 ore di anticipo. Già decisa la promozione in Eccellenza del Rocca c’è da stabilire la griglia play off con Castelbuono e Cus che si giocano il secondo posto, certo del quarto posto è invece il Cefalù. Ritornando alla lotta per la piazza d’onore, i madoniti  saranno di scena a Sant’Agata il Cus ospita il Merì. Il più delicato dei due match è sicuramente il primo: il Città di Sant’Agata si è trovato invischiato nella bagarre salvezza e per stare tranquillo ha bisogno almeno di un punto, risultato che al Castelbuono potrebbe non bastare, considerato che il Cus Palermo ospita un Merì che non ha più nulla da chiedere agli ultimi 90’ dell’anno. Passando alla lotta per la sopravvivenza sull’asse Terme Vigliatore – Campofelice di Roccella si giocano due incontri con in palio un solo scomodo biglietto per l’inferno. La Ciappazzi ospita l’Iniziativa San Piero Patti, l’undici di Nardi attualmente penultima in classifica anche vincendo potrebbe rischiare la retrocessione diretta, poiché la Stefanese che è impegnata a Campofelice in caso di vittoria manterrebbe un vantaggio minimo. Bagarre anche per quanto riguarda l’ultimo posto nei play out, con tre squadre che lottano per evitarlo. Il Sant’Agata è quella che sta meglio nella classifica avulsa, quindi con un solo punto si tirerebbe fuori. Iniziativa e Real Calcio, di scena a Rocca contro la Mamertina, le squadre che dovranno sudarsi la permanenza diretta fino all’ultimo secondo di questa travagliata stagione.

Morosito