Lanciato a Reggio Emilia il “pallone sonda” progettato da studente orlandino

0
145

E’ orlandino il giovane ideatore del pallone sonda lanciato nei giorni scorsi dal Campus scientifico di Unimore al San Lazzaro di Reggio Emilia, dai ricercatori del Gruppo Ermete. Andrea Germanà, studente d’ingegneria meccatronica dell’università reggiana, aveva presentato quel progetto come tesi al suo esame di diploma di perito tecnico elettronico e adesso, completato per la parte fisico-tecnica dal Gruppo coordinato dal professore Antonio Dumas,  la sue idea è divenuta realtà. Il pallone ha raggiunto quota  30 mila metri, fino alla stratosfera terrestre. Durante l’ascensione, registrata da una videocamera, ha trasmesso a terra, tramite radio e GSM, preziose informazioni su temperatura, umidità, pressione, posizione e velocità di spostamento. L’atterraggio due ore  e mezzo più tardi a circa 123 km dal luogo di lancio.
Il lancio, promosso nell’ambito del progetto MAAT sullo studio di un sistema non convenzionale di trasporto mediante dirigibili, ha avuto lo scopo di raccogliere informazioni non solo riguardo la conoscenza dell’atmosfera, ma in particolar modo per la progettazione della traiettoria del feeder, la navetta dirigibile che un giorno – secondo gli studiosi  salirà e scenderà trasportando merci e persone da terra al cruiser, un dirigibile che stazionerà in quota.

Morosito