Venuto: “Il Due Torri non è ancora salvo”

0
72
Morosito

«Siamo concentrati, la nostra testa è già rivolta al match di domenica contro l’Orlandina, una partita importantissima e delicatissima da non prendere sottogamba. Siamo consapevoli che in caso di vittoria nel derby contro l’Orlandina potrebbe arrivare la salvezza matematica, ma le insidie sono dietro l’angolo e il Due Torri non può permettersi di sottovalutare nessuno. Andremo a Capo d’Orlando senza fare calcoli, che l’avversario si chiami Akragas o che si chiami Orlandina, il Due Torri scenderà in campo con la massima concentrazione e con gli stessi stimoli, rispettiamo tutti gli avversari e prepareremo la partita nel migliore dei modi, con la consapevolezza che ancora la salvezza si deve ottenere e sarà necessaria una grande prestazione».

A parlare ai microfoni dell’Ufficio Stampa del Due Torri è il tecnico Antonio Venuto, il condottiero del team pirainese, l’artefice di questa bellissima favola.

«Sapevamo che contro il Roccella sarebbe stata una partita difficilissima, così come è stato complicato il match in trasferta contro il Torrecuso, ma abbiamo ottenuto due successi estremamente importanti e sei punti pesantissimi. La salvezza? Io dico sempre che ci vuole la matematica certezza per esultare e per festeggiare, ma al tempo stesso posso dire che la mia è una squadra viva. Dopo la sconfitta esterna con la Leonfortese abbiamo conquistato sei risultati utili consecutivi, abbiamo vinto in trasferta in Campania contro Sorrento e Torrecuso, abbiamo ottenuto due pareggi interni contro due dirette concorrenti come Noto e Battipagliese, abbiamo pareggiato in Campania contro la Neapolis e abbiamo vinto in casa contro il Roccella, appena due gol subiti in sei gare e la terza miglior difesa del girone con 25 reti subite, a braccetto con l’Akragas, alle spalle di Rende e Neapolis che hanno subito 24 gol».

42 punti ottenuti in 29 partite, 5 gare al termine del torneo, 26 gol fatti e 25 reti subite, questo il ruolino di marcia del team biancorosso: «Il Due Torri non è l’Akragas, non siamo l’Agropoli e neanche il Rende o il Torrecuso, noi ogni volta dobbiamo dare il cento per cento, sia in fase difensiva che in fase offensiva. Nel match pre-pasquale abbiamo affrontato un’ottima squadra come il Roccella, un match in perfetto equilibrio, sbloccato dal nostro attaccante Andrea Compagno, bravo a crederci fino in fondo. Siamo molto contenti per il successo ottenuto contro il team calabrese. Domenica ci aspetta l’Orlandina, andremo a Capo d’Orlando con grande entusiasmo e con una maggiore convinzione nei nostri mezzi. Siamo pronti ad affrontare questo rush-finale con grande tranquillità e con la voglia di ottenere qualche altro risultato di prestigio. E’ vero che subiamo pochi gol e siamo una squadra solida e ben organizzata, ma è altrettanto vero che facciamo fatica a concretizzare».

Età media di 21 anni esatti, squadra giovanissima, ma in netto miglioramento. Una compagine che ha fatto evidenti progressi, cresciuta sotto tanti punti di vista grazie ad una Società che dà tranquillità e serenità all’intero ambiente e grazie ad un tecnico grintoso e carismatico come Antonio Venuto che crede fortemente nella cultura del duro lavoro: «Sono molto contento di tutti i ragazzi a nostra disposizione, abbiamo ottenuto risultati importanti in trasferta anche contro il Neapolis e contro il Marcianise, pur con parecchi indisponibili tra infortunati e squalificati e con la coperta corta. Nel Due Torri tutti sono protagonisti, ogni partita è un esame importante per tutti i ragazzi, non parleremo mai di titolari e riserve, sono tutti calciatori importanti che dovranno dimostrare quotidianamente la loro bravura, applicandosi sempre, non solo la domenica durante la partita, ma anche nel corso della settimana e durante gli allenamenti. Il bomber Marco Puntoriere è rientrato dalla squalifica contro il Roccella, hanno recuperato tanti atleti reduci da diversi problemi fisici tra cui Alessio Scolaro e presto tornerà ad allenarsi con la squadra anche il difensore Riccardo Cassaro, lo aspettiamo, nelle ultime partite potrebbe darci una grande mano e al tempo stesso potrebbe tornare ad essere protagonista in questo torneo, se lo merita per quello che ha fatto fino a questo momento. Il Due Torri è una Società lungimirante che ha sempre fatto scelte importanti, un club che non a caso non è mai retrocesso e che ha sempre ottenuto risultati di grande rilievo. Mi piace la politica della Società, mi piace l’idea di poter lavorare con tanti giovani, perché per avere un futuro sempre più roseo sarà necessario affidarsi a ragazzi con fame, ambizione e voglia di mettersi in luce e in discussione. Per fare grandi cose sarà necessario puntare sui giovani e l’esperienza mi dice che in futuro questa Società farà sempre meglio».

Il Due Torri, una storia destinata ad un lieto fine, una famiglia che sogna di chiudere in crescendo questo campionato: «E’ un’annata importantissima, per tutti noi. Il nostro obiettivo è quello di chiudere il torneo nel migliore dei modi. Vogliamo scrivere un’altra pagina importante nella storia di questo club, i ragazzi sono giovanissimi, ma hanno dimostrato di avere grande fame, sono loro i veri protagonisti di questa stagione. Vogliamo raggiungere la salvezza matematica al più presto, poi penseremo a divertirci e ad onorare questo torneo fino alla fine, ma intanto è doveroso concentrarsi sul match di Capo d’Orlando».

Intanto, è ripresa ieri pomeriggio con una sessione pomeridiana allo stadio comunale «Vasi» di Piraino la preparazione del Due Torri in vista del derby di domenica prossima contro l’Orlandina. Oggi è prevista una doppia seduta, domani pomeriggio è in programma un incontro amichevole contro l’Igea Virtus del tecnico Giuseppe Raffaele, team che milita nel Girone B del campionato di Eccellenza.

Ha iniziato la fase di riabilitazione Riccardo Cassaro, reduce da un brutto infortunio alla spalla, il difensore è seguito dal fisioterapista Franco Evaristo Molica e potrebbe tornare a disposizione dell’esperto tecnico messinese Antonio Venuto per il match contro la Tiger Brolo. In netto miglioramento il centrocampista Alessio Scolaro, fermo a scopo precauzionale l’eclettico Francesco Pitarresi a causa di una fastidiosa fascite, verrà valutato nei prossimi giorni dallo staff medico.