Nebrodi di nuovo senza giornali

0
44
Morosito

Sembrava vinta la battaglia intrapresa dai sindaci di 23 comuni della Provincia di Messina contro la decisione dell’Agenzia Toscano di sospendere il servizio di distribuzione di quotidiani ma a quanto pare, non è così. L’azienda, a fine dicembre, aveva comunicato che avrebbe garantito la consegna solo sulla costa con le edicole dei centri montani costrette a rifornirsi con mezzi propri ed a raggiungere la statale 113 per ritirare le copie. Sindacati, sindaci e titolari di rivendite di giornali avevano protestato a Messina ed incontrato il Prefetto, ottenendo la ripresa del servizio di consegna in 20 dei 23 comuni dove era stata sospesa. Restavano ancora tagliati fuori dalla distribuzione di quotidiani e riviste Mistretta, Tusa e Pettineo e per questi, il promotore della bataglia, il sindaco di Ficarra Basilio Ridolfo aveva annunciato nuove proteste. Era il mese di febbraio. Ad oggi, gli accordi sono stati disattesi, l’unico giornale distribuito, ma non in tutti i centri montani, è la Gazzetta del Sud perchè utilizza canali propri di distribuzione. A dichiararlo lo stesso Basilio Ridolfo che contattato telefonicamente, non ha risparmiato critiche ai colleghi sindaci, visto che ha aggiunto di esser rimasto solo a combattere questa battaglia. Ridolfo è intenzionato comunque ad andare fino in fondo alla vicenda. Ha inviato un esposto all’autorità garante per l’editoria e scritto anche lettere ai 4 grandi distributori nazionali per fare chiarezza sulle procedure che regolano il settore della distribuzione. Infine ha chiesto formalmente un incontro con il Presidente della Regione Rosario Crocetta per cercare di sbloccare una situazione che per lo stesso Ridolfo, ha dell’incredibile. Per il momento la situazione vede svantaggiati ancora una volta, i centri montani, anche se, quando si parla di diritti, per tutti dovrebbero essere uguali.