Milazzo, arriva la rete wi-fi

0
96

Parte una nuova sfida per il Comune mamertino che punta sull’innovazione tecnologica quale elemento fondamentale per migliorare l’efficienza della macchina amministrativa e offrire servizi a valore aggiunto ai propri cittadini e ai turisti. Su input dell’assessore Pippo Midili è stato predisposto un progetto per la realizzazione di una rete di hotspot di access point sul territorio comunale secondo lo standard WiFi, in grado di erogare servizi di accesso ad Internet e di gestire le politiche per l’utilizzo di tale rete. Il progetto sarà varato per gradi.
Le aree inizialmente interessate per le quali l’Amministrazione comunale ha reso noto di aver già provveduto a dare copertura finanziaria sul bilancio comunale, sono cinque. Ecco il dettaglio:   Lungomare Garibaldi –  Zona compresa tra il porto commerciale ed i moli da diporto (via salita cappuccini) sino a croce di mare, compreso vie adiacenti (via G. Medici, Piano Baele, Piazza Caio Duilio, Piazza Mazzini, ecc.):  Borgo Antico – Zona della “movida” estiva Milazzese, a ridosso del Castello;  Cittadella fortificata – Utilizzata nei mesi estivi per concerti, mostre, convegni, spettacoli teatrali, con particolare attenzione alle aree dedicate agli eventi culturali;  Lungomare Ponente –      Zona molto frequentata particolarmente nei mesi estivi, compresa tra piazza Ngonia Tono e l’uscita dell’asse viario (C.da Fondaco Pagliara); Frazioni di Fiumarella, Grazia, San Marco, San Pietro e Santa Marina.

“Il servizio hotspot ha sostanzialmente una valenza sociale, turistico-culturale ed amministrativa – sottolinea l’assessore – e permetterà di abbattere le barriere dell’isolamento rendendo a tutti i cittadini un servizio che diversamente sarebbe non solo oneroso per le famiglie ma anche impossibile nelle zone non coperte. E’ l’inizio di quanto la stessa Comunità europea ha indicato come obiettivo da perseguire entro il 2020. Una città che dia ai propri cittadini accesso a tutti i servizi fino a diventare una “smart city”. Se poi si incoraggiasse l’uso degli hotspot a quello della App, si potrebbe avere una “canale dedicato” con gli utilizzatori del servizio, con relativi servizi di push messaging”.

«Con questa iniziativa intendiamo offrire un servizio in più a cittadini e turisti – ha aggiunto il Sindaco Carmelo Pino -.Una città cresce nella misura in cui riduce le barriere e consente al maggior numero di cittadini utenti di fruire di servizi altrimenti a pagamento. Tra i soggetti maggiormente interessati sicuramente i giovani che sono i veri protagonisti della rivoluzione digitale e che hanno il diritto di vivere in una città al passo con i tempi. Sono certo che questa iniziativa sarà anche terreno fertile per la nascita di nuovi progetti commerciali e turistici. Chiunque, infatti, potrà connettersi ad internet gratuitamente con un computer o un telefonino di ultima generazione”.