Librizzi, condanna per molestie

0
68
Morosito

Il Tribunale di Patti, presidente Lazzara, a latere Vona e Mandanici, ha inflitto due anni di reclusione, pena sospesa, ad un pensionato 88enne di Librizzi  accusato di avere molestato una ragazzina che all’epoca dei fatti, accaduti diversi anni fa, era appena tredicenne. Secondo l’accusa, l’uomo, ben conosciuto dalla famiglia della “vittima”, aveva offerto un passaggio a bordo della sua auto alla ragazzina, uscita di casa su commissione della madre per andare a comprare alcune cose in un negozio poco distante dalla loro abitazione. Secondo quanto riferito, però dalla ragazzina, pare che l’anziano, offertosi di accompagnarla, durante il tragitto verso casa abbia tentato più volte di attirarla a sé,  provando a baciarla e palpeggiandole varie parti del corpo. La giovane, nonostante l’uomo avesse chiuso gli sportelli, è quindi  riuscita a divincolarsi, gettandosi dall’autovettura in movimento. Una volta  a casa, la ragazzina ha quindi raccontato tutto alla madre che  ha sporto denuncia presso la locale stazione dei Carabinieri. La pubblica accusa, rappresentata all’udienza dal sostituto procuratore Francesca Bonanzinga aveva chiesto la condanna a tre anni di reclusione. L’imputato, condannato a due anni, pena sospesa, più l’interdizione dai pubblici uffici per tutta la durata della pena, dovrà inoltre risarcire i danni alla vittima secondo quanto stabilirà il giudice civile. La parte civile era rappresentata dall’avv. Giuseppa Giannetto mentre l’imputato era difeso dagli avvocati Giuseppe Ripa e Giuseppe Mancuso.