Operazione “Gioia”, i nomi dei 23 arrestati

0
111

Ventitrè persone sono state arrestate dai carabinieri nell’operazione antidroga denominata “Gioia”, scattata a Messina, Milazzo, Barcellona, Terme Vigliatore e Falcone. Raggiunti da ordinanza di custodia in carcere Redouane Rahbib, marocchino di 26 anni di Barcellona; Carmelo Montrone, 27 anni di Falcone; Domenico La Macchia, 36 anni di Falcone; Rachid Charfi, marocchino di 26 anni di Barcellona; Lucio Mazza, 24 anni di Messina; Angelo Conti, 24 anni di Messina; Daniele Mazza, 21 anni di Messina; Angelo Aspri, 31 anni di Messina; Giuseppe Astuto, 24 anni di Messina; Nunzio Corridore, 38 anni di Messina; Antonino Casablanca di Messina, 39 anni; Giacomo Pulejo, 33 anni di Messina e Pasquale Erba, 48 anni di Messina.
Agli arresti domiciliari Mohammed Bahlal, marocchino di 20 anni residente a Barcellona; Domenico Accetta, 23 anni di Falcone; Francesco Sidoti, 29 anni di Barcellona; Sebastiano Famà, 23 anni di Falcone; Fabio Emanuele Lo Bianco, 22 anni di Barcellona; Carmelo Palella, 21 anni di Barcellona; Pietro Quattrocchi, 47 anni di Barcellona e Antonino D’Allura, 21 anni di Barcellona.
L’operazione costituisce uno sviluppo investigativo dell’inchiesta che portò alla cattura dei fratelli latitanti Mignacca, di Montalbano Elicona. Dall’analisi delle conversazioni telefoniche di alcuni fiancheggiatori, intercettati nell’ambito di quell’inchiesta è emersa la presenza di due bande dedite allo spaccio nella provincia di Messina.
Al vertice di una vi sarebbe stato Carmelo Montrone, a capo dell’altra Lucio Mazza. Ad alcuni degli indagati contestati anche furti in abitazione avvenuti nel barcellonese e nel milazzese ad opera dei tre cittadini marocchini insieme ad alcuni complici, tra loro anche minorenni, della zona.

Morosito