Mazzarrà, commissione prefettizia al lavoro ancora un mese

0
72

Proseguirà ancora il lavoro della commissione di accesso agli atti amministrativi del comune di Mazzarrà Sant’Andrea; l’organismo, istituito dal ministero dell’interno per verificare l’eventuale ingerenza della criminalità organizzata al comune, insediatosi il 19 dicembre scorso, vista la mole dei documenti controllati e da controllare, si sarebbe preso ulteriore tempo utile a completare la relazione finale. Le verifiche dei componenti della commissione, il vice prefetto, Carmelo Musolino, il dirigente del commissariato di polizia di Barcellona Pozzo di Gotto, Mario Ceraolo e del comandante del gico del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza, tenente colonnello, Jonathan Pace, sono state adottate sia riguardo agli atti amministrativi, quanto sentendo dipendenti in servizio al comune, poi ex amministratori comunali e anche della società mista TirrenoAmbiente.  Adesso, anche alla luce delle inchieste giudiziarie della procura della repubblica di Barcellona, sul rapporti tra TirrenoAmbiente e Comune dei vivai, è probabile che la commissione lavori ancora. Quando si concluderanno queste operazioni, sarà convocato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, che esprimerà il parere da inviare al ministero dell’interno, organo a cui spetterà di decidere se ci sono state le ingerenze della criminalità organizzata, per disporre o meno i conseguenti provvedimenti di legge.