Disastro ambientale, assolto il barcellonese Mario Saccà

0
172

Mario Saccà, 56enne, amministratore di un’impresa di autotrasporti di Barcellona è stato assolto perché il fatto non sussiste dall’accusa di disastro ambientale. L’uomo era imputato, insieme ad altre due persone,  nel processo svoltosi a Livorno per l’incidente marittimo dell’Eurgocargo Venezia, la notte del 17 Dicembre 2011,  e la perdita al largo di Gorgona 198 fusti tossici.Il pm aveva chiesto per lui una condanna a due anni e otto mesi mentre il giudice Antonio Del Forno, accogliendo le tesi dell’avvocato Vincenzo Isgrò, ha deciso per l’assoluzione. Assolto perché il fatto non sussiste anche Salvatore Morello, 48 anni, responsabile del magazzino della società produttrice del materiale pericoloso. Per il comandante della nave della compagnia Grimaldi, Pietro Colotto, anch’egli assolto dal reato di disastro ambientale, la causa continua solo per pericolo naufragio.