Furto di rame, ferrovia in tilt

0
208

Ancora un furto di rame sulla tratta ferroviaria a doppio binario Messina-Palermo. Il fatto è avvenuto alle tre di questa mattina nel territorio di Merì, sul ponte di ferro che sovrasta il torrente Mela. I soliti ignoti, approfittando dell’ora e del fatto che in quel momento non passavano treni, hanno danneggiato i collegamenti elettrici, asportando una decina di chilogrammi di rame, per un valore di circa 100 euro. Esiguo il valore del metallo, visto il quantitativo che è stato trafugato. Altissimo, di contro, il rischio che i ladri, manomettendo l’impianto ferroviario, potessero rimanere folgorati da violenti scariche elettriche; ingenti i danni a tutto l’impianto e alla circolazione ferroviaria, accertati anche dalla polizia ferroviaria di Barcellona Pozzo di Gotto, che si è recata sul posto al comando del dirigente, Domenico Rappazzo. Già dalla prima mattinata, infatti, da quando i treni, utilizzati massicciamente da pendolari e studenti, hanno ricominciato regolarmente le loro corse, soprattutto quelli in partenza da Messina, hanno fatto registrare ritardi notevoli, almeno di 30 minuti. A seguire, intercity e regionali, tutti, a catena, hanno riportato ritardi. (foto d’archivio)

di Massimo Natoli